Una chiacchierata con Páll Einarsson, Professore Emerito di Geofisica a Háskóli Íslands, Università d'Islanda.

a cura di Marco Di Marco


Ho posto alcune delle domande riguardanti l'attività sismica e vulcanica in corso alla Penisola di Reykjanes ad uno dei più importanti studiosi di Scienze della Terra d'Islanda.

Specializzato alla Columbia University, Páll Einarsson si occupa di ricerca in vulcanologia, tettonica e sismologia. I suoi lavori recenti includono la sismicità e la tettonica del rift obliquo della penisola di Reykjanes, per questo ho pensato di fargli qualche domanda tra quelle che più di tutte ho sentito in questi giorni da appassionati e curiosi. Ne è venuta fuori un’interessante chiacchierata, che va dalla dinamica di ciò che stiamo osservando dal 24 di Febbraio, a ciò che significa per un ricercatore osservare eventi che nell’area non avvenivano da quasi 800 anni, fino alla pura definizione di sistema vulcanico. Che a Reykjanes non è così scontata come sembrerebbe… Gli studi di Einarsson includono anche il monitoraggio in tempo reale dei vulcani, i precursori sismici a breve termine delle eruzioni, la storia dei terremoti dell'Islanda e la scansione di sismogrammi analogici.

L’intervista è in inglese, ma sottotitolata in Italiano (i sottotitoli sono attivabili dal menù di Youtube).
Registrata Lunedi 15 Marzo.


Stampa   Email